sabato 14 novembre 2015

Ti sei mai chiesto

Prima di taggarmi in cose che dicono che quello che faccio è inutile, ti sei mai chiesto se è veramente necessario rifare il letto ogni mattina? Stirare i vestiti? Fare figli? Fare sesso fine a se stesso? Avere un cane? o un gatto? Lavorare invece di parassitare uno Stato assistenzialista? Avere facebook? Fissare il soffitto? Non fissare il soffitto? Cucinare? Vestirsi con cose che piacciono? O che non ti piacciono? Comprare cioccolatini? Mettere i calzini? Dire le proprie opinioni sapendo che non cambieranno il corso delle cose? Perché continui a commentare il Fatto Quotidiano? Cosa ti cambia se Morandi non ti risponde?

In definitiva, ti sei mai chiesto/a qual è il senso della tua vita? O della mia, se preferisci. O della nostra. Da un punto di vista universale, intendo.

Quando avrai una risposta, allora puoi chiedermi tranquillamente qual è il senso delle cose che mi riguardano.

Un abbraccio morandiano.
(un po' meno vero, ma con le tette)

[Giulia Corsini]

Nessun commento:

Posta un commento

LWL