lunedì 18 giugno 2012

Letti di notte - La notte bianca dei libri

LETTI DI NOTTE 
Lettori & librai scatenati 
21 giugno 2012


Quest'anno l'estate comincia in libreria 
Letture, incontri, apprendisti librai, scrittori socialmente utili, micromostre; dal tramonto all'alba, la prima notte bianca delle librerie indipendenti italiane.

Il 21 giugno, in occasione del solstizio d’estate, inneschiamo una catena di eventi di libreria in libreria, di città in città, creando una specie di libreria creativa diffusa. Nel segno della bibliodiversità, da sempre garantita dai librai indipendenti. Cosa accadrà nelle librerie che aderiscono a Letti di Notte? Facile: letture, giochi, minimostre e altro ancora; non c’è limite alla fantasia di librai, lettori, autori, editori, quando si scatenano! [fonte]

Partecipano all'evento più di 50 librerie, distribuite fra 16 regioni.


Marcos y Marcos propone un piccolo omaggio per librai e lettori che parteciperanno: in occasione dell'uscita di La vicina, di Lisa Gardner, sono stati realizzati dei coprisellini per bicicletta, distribuiti alle librerie aderenti:


Inoltre potrete scaricare il segnalibro ufficiale e consultare l'elenco delle proposte di Letti di notte, seguire l'iniziativa attraverso l'evento su Facebook, su Twitter e in radio.

sabato 16 giugno 2012

Quotes - 17

Oh, voi i cui morti giacciono sepolti sotto l'erba verde e che, in piedi tra i fiori, potete dire qui, qui giace il mio caro; voi non conoscete la desolazione che cova in petti come questi. Che amari vuoti in quelle lapidi bordate di nero che non coprono ceneri! Che disperazione in quelle iscrizioni irremovibili! Che lacune atroci e inconfessate infedeltà nelle righe che sembrano corrodere ogni Fede, e rifiutare la risurrezione a esseri periti non si sa dove e senza tomba. Nella caverna d'Elefanta potrebbero stare quelle lapidi, proprio come stanno qui.
In quale censimento degli esseri viventi rientrano i morti umani? Perchè un proverbio universale dice di loro che non parlano, anche se racchiudono più segreti delle sabbie di Goodwin? Com'è che davanti al nome di chi è dipartito ieri per l'altro mondo apponiamo una parola tanto significativa e infedele, e non gli diamo lo stesso titolo se si imbarca per le lontanissime Indie nella terra dei vivi? Perchè le compagnie di assicurazione sulla vita pagano premi sulla morte degli immortali? In quale eterna, irremovibile paralisi e in che estasi atroce e disperata giace ancora l'antico Adamo, morto sessanta secoli fa? Com'è che ci rifiutiamo di consolarci per quelli che, in ogni caso, continuiamo a credere vivano in una beatitudine ineffabile? Perchè tutti i viventi tentano in ogni modo di zittire i morti? Perchè il solo rumore di qualcuno che bussa in una tomba terrorizza una città intera? Tutte queste cose non sono prive di significato.

[Moby Dick - Herman Melville]

venerdì 15 giugno 2012

30 libri da leggere prima dei 30

Titolo del post chiaramente rubato dal post di Finzioni Magazine, dove viene riportata la lista dei 30 libri che ognuno di noi dovrebbe leggere prima di arrivare ai 30 anni (pubblicata su Flavorwire).
La lista è la seguente (e in grassetto sono evidenziati quelli che io ho letto):

° Iliade e Odissea (Omero)
° Dio di illusioni (Donna Tartt)
° Jesus’ Son (Denis Johnson)
° Tutti i racconti (Flannery O'Connor)  
° Molto rumore per nulla (William Shakespeare) 
° Fiesta (Ernest Hemingway) 
° La Strada (Cormac McCarthy) 
° Maus (Art Spiegelman)  
° Il gioco di Ender (Orson Scott Card)  
° Orgoglio e pregiudizio (Jane Austen) 
° Middlesex (Jeffrey Eugenides)  
° Ghost World (Daniel Clowes) 
° Sulla strada (Jack Kerouac)  
° I loro occhi guardavano Dio (Zora Neale Hurston) 
° Ghiaccio-Nove (Kurt Vonnegut) 
° Lolita (Vladimir Nabokov) 
° Il Signore degli Anelli (J.R.R. Tolkien)  
° 1984 (George Orwell) 
° Il giovane Holden (J.D.Salinger) 
° Il Grande Gatsby (F. Scott Fitzgerald)
° Amatissima (Toni Morrison)  
° Infinite Jest (David Foster Wallace) 
° Il signore delle mosche (William Golding) 
° Don Chisciotte della Mancia (Miguel De Cervantes) 
° Il processo (Franz Kafka) 
° Gita al faro (Virginia Woolf) 
° Fahrenheit 451 (Ray Bradbury)
° Uomo invisibile (Ralph Ellison) 
° Il buio oltre la siepe (Harper Lee) 
° L'isola del tesoro (Robert Louis Stevenson)

Io ne ho letti solo 9 su 30... e alcuni non li ho mai sentiti nominare! Altri invece sono nella lista del prima-o-poi-lo-leggerò (comunemente conosciuta come wishlist). 
E voialtri, invece? Come siete messi? Ne conoscete o ne avete letti di più o di meno di me? Sono curiosa!

venerdì 8 giugno 2012

Quotes - 16

E fra pagare ed essere pagato c'è una bella differenza. Il gesto di pagare è forse il fastidio più sgradevole che i due ladri del frutteto ci abbiano lasciato in eredità. Ma essere pagati non ha pari. La cortese solerzia con cui un uomo riceve del denaro è stupefacente, considerata la nostra ferma convinzione che il denaro sia la radice di tutti i mali terreni e che un ricco non possa in alcun modo entrare nel regno dei cieli. Ah, con che allegria ci consegniamo alla perdizione!

[Moby Dick - Herman Melville]

sabato 2 giugno 2012

"We are knitters"

E oggi parliamo di maglia, precisamente di un sito che ho appena scoperto. We are knitters è un nuovo e-brand spagnolo che propone, oltre i soli gomitoli di lana o cotone, dei kit per realizzare determinati capi presentati sul sito. E' tutto molto semplice: ci si registra, si sceglie il capo che ci piace (c'è di tutto: maglie, cappelli, sciarpe...) e si ordina il kit, che prevede la lana o il cotone necessari per la realizzazione, lo schema, i ferri e l'ago da cucito. Si può scegliere anche di escludere dall'ordine i ferri da maglia.
Il sito è in spagnolo ed in inglese.
Personalmente non l'ho ancora provato, però così ad occhio i prezzi dei kit mi sembrano un po' altini, visto che comunque il capo me lo devo "costruire" io.
Se passa di qui qualcuna appassionata di maglia sappia che un'opinione in merito al sito è veramente molto gradita!

LWL