giovedì 24 maggio 2012

10 anni!!!


Tanti auguri alla mia Kimi, che oggi compie 10 anni!

lunedì 21 maggio 2012

Quotes - 15

- E voi, che ne pensate? - gridava Razumìchin, alzando ancor più la voce. - Pensate che io parli così per via che dicono fandonie? Sciocchezze! A me piace quando si dicono fandonie! Le fandonie sono l'unico privilegio umano nei confronti di tutti gli altri organismi viventi. Racconta balle e arriverai alla verità! Sono un uomo proprio perchè racconto balle1. Non si raggiunge neppure una sola verità senz'aver prima mentito quattordici, o forse centoquattordici volte, e a suo modo è anche onorevole; bene, ma noi non sappiamo nemmeno mentire di testa nostra. Raccontami balle, ma raccontamele di tuo, ti darò un bacio. Mentire da sè è quasi meglio, vero, che la verità detta solo a rimorchio degli altri; nel primo caso sei un uomo, mentre nel secondo sei soltanto un pappagallo! La verità non scappa, mentre la vita si può accopparla; di esempi ce ne son stati tanti. Insomma, che cosa siamo adesso? Noi tutti, senza eccezione, stiamo ancora alla prima classe preparatoria del ginnasio, per quanto riguarda la scienza, la cultura, il pensiero, le invenzioni, gli ideali, i desideri, il liberalismo, il buonsenso, l'esperienza, e tutto, tutto, tutto, tutto quanto! C'è andato a genio tirare avanti con il senno degli altri, e ci abbiamo preso gusto! Non è così? Non dico bene? - gridava Razumìchin, scuotendo e stringendo il braccio delle due signore. - Non è così?


1 Parodia del Cogito, ergo sum cartesiano.

[Delitto e Castigo - Fëdor Dostoevski,]

sabato 19 maggio 2012

I 10 libri che vorrei leggere

Mentre stavo cercando di aggiornarmi un po' sulle novità contenute nei blog che (teoricamente) seguo, dato che ultimamente non solo ho trascurato di scrivere nel mio ma ho anche praticamente azzerato il "giro di visite" sui blog altrui, capito sul post di Manuela in cui fa una lista dei libri che vorrebbe leggere, facendo un elenco lungo 28 titoli. Manuela a sua volta ha preso l'ispirazione dal post su Spendi e Spandi, che fa un elenco con 10 titoli. L'idea mi è piaciuta e dato che ultimamente sono a corto di idee per questo povero blog, vi propino anch'io l'elenco dei 10 libri che vorrei leggere (cioè mi limito a 10, dato che in realtà sono molti di più!).

#1 I GUERRIERI DEL GHIACCIO
(Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco - 10)

Ho letto tutti i volumi precedenti di questa saga, la amo. Da questa saga è stato tratta la serie TV "Il Trono di Spade" in onda su Sky, ma l'originale cartaceo è insuperabile!!!

#2 I FUOCHI DI VALYRIA
(Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco - 11)


Idem come sopra :)

#3 IL MONDO DI SOFIA
Romanzo sulla storia della filosofia

Una ragazza che ama la filosofia e che la studia anche me lo ha caldamente consigliato per avvicinarmi alla filosofia, quando cercavo consigli su quali libri leggere per avvicinarmi a questo tipo di argomenti di cui sono praticamente digiuna (a parte tre o quattro cose imparate a scuola).

#4 VOI NON SAPETE
Gli amici, i nemici, la mafia, il mondo nei pizzini di Bernardo Provenzano


La mafia spiegata da Camilleri. Un atto d'accusa senza sconti contro chiunque ancora finga di non sapere, il ritratto di un criminale che per più di quarant'anni ha tenuto in scacco le istituzioni e costruito il proprio mito. [da Anobii]

#5 97 MODI PER FAR RIDERE UN CANE

Tutti divertenti e tutti perfetti per migliorare il rapporto con il vostro cane, questi 97 esercizi un po' matti coniugano un tocco di innata creatività con situazioni piene di fantasia. Tanti modi segreti per grattare, solleticare, massaggiare. [da Amazon] Lo inserisco nella lista anche come rappresentante di tutti i libri sui cani che vorrei leggere, sia quelli più scientifici sia quelli in stile "Io e Marley".

#6 IL MIGLIO VERDE

Il film mi conquistò moltissimo, ma vorrei leggere la vera storia, quella che ha ispirato il film, quella che Stephen King ha voluto raccontare! E come il precedente, anche questo funge da rappresentante per tutti i libri di Stephen King che non ho ancora letto.

#7 QUER PASTICCIACCIO BRUTTO DE VIA MERULANA

Sebbene la trama possa dare l’impressione di un romanzo giallo, Quer pasticciaccio brutto de via Merulana si presenta come un accumulo di fatti e fatterelli, di personaggi malati e spesso grotteschi, una torre di Babele di linguaggi vari. Lo scioglimento degli intrighi e dei retroscena che si accumulano sulla pagina non porta a nessuna conclusione, a nessuna rivelazione di verità, ma il lettore non ne sente alcuna mancanza, stordito dal complesso mosaico di immagini, digressioni e salti linguistici in cui abbondano figure ridondanti, neologismi, dialettalismi e regionalismi. La cornice del romanzo è quella della Roma falsa e benpensante dei primi anni del fascismo, costellata di loschi figuri arricchitisi con la guerra, a cui fa da contraltare un sottoproletariato intento a sopravvivere attraverso l’arte di arrangiarsi. [da Mangialibri]

#8 ARANCIA MECCANICA

e

#9 TRAINSPOTTING

I numeri 8 e 9 li ho messi insieme, perchè vorrei leggerli per lo stesso motivo: ho visto i film ed entrambi mi hanno molto colpito, ma i libri da cui sono tratti sono la loro origine e vorrei conoscerla!

#10 IL CASTELLO ERRANTE DI HOWL

Sophie sogna di vivere una grande avventura, ma da quando le sorelle se ne sono andate di casa e lei è rimasta sola a lavorare nel negozio di cappelli del padre, le sue giornate trascorrono ancor più tranquille e monotone. Finché un giorno la perfida strega, per niente soddisfatta dei cappelli che Sophie le propone, trasforma la ragazza in una vecchia. Allora anche Sophie è costretta a partire, e ad affrontare un viaggio che la porterà a stipulare un patto col Mago Howl, a entrare nel suo castello sempre in movimento, a domare un demone, e infine a opporsi alla perfida Strega. Insomma, Sophie, nel tentativo di ritrovare la sua giovinezza, dovrà affrontare suo malgrado molte più avventure di quante ne avesse mai sognate! [da Anobii] Questo perchè molto semplicemente è un tipo di libri che mi attirano come fossero calamite. Il film di Miyazaki non l'ho visto.

E con questo ho completato l'elenco dei 10 libri che vorrei leggere, anche se in realtà ne mancano una marea... Vorrei leggere anche tutti i libri di Camilleri, mi incuriosisce Hunger Games, vorrei concludere la saga de La Spada della Verità di Goodkind, per non parlare poi dei vari classici che ancora mi mancano... Tanto per darvi un'idea, su Anobii ho una wishlist lunga ben 20 pagine che è da un po' che non aggiorno con delle new entry, altrimenti sarebbe ancora più estesa!

sabato 5 maggio 2012

Andrea Lucchetta alla Festa “Associazione 4 Maggio 2008″

Dal 4 al 12 maggio a Cerreto è in programma la Festa dell’Associazione “4 maggio 2008”, giovane realtà del panorama cerretese nel campo del volontariato ma che, spinta dall’ impegno e dalla caparbietà del Presidente Alvaro Galdelli e del direttivo, è diventata da subito una compagine molto attiva ed apprezzata dai cerretesi, grazie anche alle innumerevoli attività promosse dall’associazione, nel campo della prevenzione e del sostegno alla genitorialità.
La settimana di festa prevede diversi tornei: uno di calcetto, un quadrangolare di basket U19, uno di tennis ed uno di pallavolo U18. Tutte le gare in programma si svolgeranno presso il Centro sportivo e al Palacarifac di Cerreto d’Esi, messi a disposizione dal Comune di Cerreto d’Esi. E poi vi saranno il lancio di aquiloni e mongolfiere, nonchè un pomeriggio dedicato al Twirling con la campionessa europea. Naturalmente, durante le giornate della festa i volontari illustreranno tutte le attività promosse e rilasceranno le tessere a chi vorrà aderire all’associazione.

Nella serata inaugurale, è intervenuto il celebre pallavolista Andrea Lucchetta (Treviso, 25 novembre 1962), grande personaggio della storia dello sport italiano, instancabilmente impegnato in attività benefiche e a girare l’Italia per promuovere l’importanza dello sport soprattutto tra i ragazzi. E' considerato un membro in Italia della cosiddetta generazione di fenomeni (cioè l'insieme dei giocatori della Nazionale di pallavolo maschile dell'Italia nel corso degli anni Novanta, che riuscì nell'impresa di spezzare il dominio pallavolistico dei Paesi dell'est europeo collezionando, tra il 1989 e il 2000, una quantità di successi senza precedenti e difficilmente ripetibili nell'ambito di uno sport di squadra). È soprannominato Crazy Lucky per la particolarissima capigliatura, a spazzola e in diagonale. La sua esperienza con la nazionale italiana conta ben 292 presenze. Il suo Palmares Nazionale conta: 1 campionato del mondo nel 1990 (dove viene premiato come MVP), e ben 3 World League consecutive nel 1990, 1991 e 1992. Nel 2007, insieme alla "generazione di fenomeni", aderisce al progetto ideato da Andrea "Zorro" Zorzi di creare una nazionale "Veterans", che riunisce i grandi volti della pallavolo degli anni '90, con la quale vince il Campionato Europeo Veterans, nello stesso anno. Oltre ai titoli con la Nazionale, ha vinto diversi Scudetti e manifestazioni europee ed internazionali. Il 2 giugno 2010 è stato insignito del titolo di Cavaliere Ordine al merito della Repubblica Italiana.

[Fonti utilizzate per la stesura dell'articolo: Andrea Lucchetta, Generazione di fenomeni e Festa “Associazione 4 Maggio 2008″]

Ed ecco il video di una parte dell'intervento di Andrea Lucchetta, in cui illustra in cosa consiste la sua attività e un po' la sua "filosofia" (precedentemente spiegata ai bambini presenti in modo leggero e molto divertente!). Scusate per l'audio non ottimale, la ripresa è stata fatta con una fotocamera e in un ambiente un po' rumoroso...

venerdì 4 maggio 2012

Quotes - 14

(...) come se la pienezza dell'anima non traboccasse a volte attraverso le metafore più vuote, perchè nessuno mai può dare l'esatta misura dei propri bisogni, nè dei propri pensieri, nè dei propri dolori, e perchè la parola umana è come un paiolo incrinato su cui ritmiamo melodie per far ballare gli orsi, mentre vorremmo intenerire le stelle.

[Madame Bovary - G. Flaubert]

mercoledì 2 maggio 2012

Quotes - 13

Forse le avrebbe fatto piacere confidarsi con qualcuno su tutte queste cose. Ma come esprimere quell'inafferrabile malessere che muta d'aspetto come le nuvole, che turbina come il vento? Le mancavano le parole, e l'occasione, e l'ardire.

[Madame Bovary - G. Flaubert]

LWL