venerdì 10 giugno 2011

FIMO: cos'è?

Ieri vi ho fatto vedere due miei lavori in un materiale particolare, il FIMO. Ecco qui una rapidissima e velocissima spiegazione, presa da Wikipedia:

Il fimo è una pasta sintetica facilmente modellabile e termoindurente, utilizzabile per la creazione di piccoli oggetti.
Non secca all'aria ma può essere indurita cuocendola in un comune forno, ad una temperatura di circa 130 °C. Una volta indurito il fimo non può più essere modellato, ma vi si possono applicare colori acrilici o vernici lucide fissative appositamente create per questo prodotto (i normali fissativi per colori acrilici non funzionano sul fimo).
Ha una vasta varietà di colori e di effetti, tra i quali:
  • Fimo classic: diversi colori base, una pasta abbastanza dura, quindi permette di fare lavori precisi, esempio le murrine, braccialetti collanine portachiavi
  • Fimo soft: vari colori, una pasta più morbida, di facile lavorazione anche se è sostanzialmente soggettivo
  • Metallizzato: imitazione oro e argento;
  • Granito: effetto pietra, colore non uniforme;
  • Trasparente: non è un vetro colorato, ma la pasta lascia passare la luce, utile per la tecnica del Mokume Gane;
  • Fluorescente: per gioielli colorati che al buio si illuminano;
  • Perlescente: effetto strass nella pasta, per delle perline brillanti.
Nella pagina usata come fonte, trovate anche un po' di bibliografia e indicazioni sulla cottura. Poi se cercate un po' sul web troverete tantissimi consigli e idee!

Kyra

Nessun commento:

Posta un commento

LWL